martedì 25 febbraio 2014

Le Iene Show, nella quinta puntata di mercoledì 26/2/2014 il calciatore brasiliano Adriano, Matteo Renzi, Vladimir Luxuria, Diego Armando Maradona

adriano-foto-cleber-mendes

Mercoledì 26 febbraio 2014 alle 21.10 su Italia 1 quinta puntata de Le Iene Show, il programma condotto da Ilary Blasi, Teo Mammucari e con la Gialappa's Band (Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto).

Tra i servizi di questo quinto appuntamento:

Il viaggio di Enrico Lucci al giuramento del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dei sedici Ministri della sua squadra di Governo.

Tutti i media qualche giorno fa hanno riportato la notizia di Vladimir Luxuria fermata, e poi rilasciata, a Sochi, in Russia, in occasione dei Giochi Olimpici invernali, per aver sventolato la bandiera arcobaleno con la scritta "è ok essere gay". Il gesto è stato visto come una provocazione contro la nuova legge russa che prevede il divieto di propaganda omosessuale in presenza di minori.

Il giorno successivo l'ex Parlamentare è stata poi allontanata dal Parco Olimpico insieme agli inviati delle Iene Pio e Amedeo, mentre si stavano recando ad una partita di hockey. I tre si trovavano nella città russa per la realizzazione di un servizio: nella puntata di domani andranno in onda le immagini del viaggio di Vladimir Luxuria e di Pio e Amedeo a Sochi, dallo sbarco nella città russa fino al ritorno in Italia.

Filippo Roma si è recato alla conferenza stampa tenutasi qualche giorno fa in una sala della sede romana del Parlamento Europeo, dove Diego Armando Maradona ha ribadito la sua estraneità alle accuse rivoltegli dal fisco italiano. La Iena ha tentato più volte di mostrare al Pibe de Oro, in compagnia del suo avvocato, un video che ritraeva un manager che sosteneva di gestire l'immagine del campione. Per un ipotetico ingaggio di Maradona nel ruolo di testimonial per una campagna di sigarette elettroniche a Napoli, l'uomo del filmato avrebbe chiesto una cifra pari a 330.000 euro da versare "estero su estero".

La Iena Cisco si è recata in Brasile per intervistare il calciatore Adriano Leite Ribeiro. Dopo due anni di inattività, l'ex attaccante di Inter, Fiorentina, Parma e Roma ha ricominciato a giocare nell'Atlético Paranaense, la squadra brasiliana della città Curitiba, nello stato di Paraná. Il ct del Brasile Luiz Felipe Scolari, nei giorni scorsi, non ha escluso un suo ritorno in Nazionale, qualora dimostrasse di essere tornato quello di un tempo.

A seguire uno stralcio dell'intervista:

Iena: Sei in grandissima forma
Adriano: Non ancora. Sono due anni che non faccio nulla, però adesso, qua, ho trovato una bella squadra che mi può aiutare tantissimo
Iena: Le Iene ti guardano anche se sono lontane. Ti stai comportando bene?
Adriano: Sì, adesso sono fidanzato già da un po'
Iena: Poi magari ti sposerai?
Adriano: Speriamo bene
Iena: Sei in forma?
Adriano: Manca poco, devo perdere qualche chilo.
Iena: Quando eri in Italia uscivano foto che ti ritraevano in discoteca, con una bottiglia di champagne. Ora che sei in Brasile escono foto che ti ritraggono con le armi in mano o con noti trafficanti di droga.
Adriano: Ho sempre detto che prima, quando ero piccolo, ho abitato nelle favelas. Vado lì per salutare i miei amici che sono cresciuti con me da piccoli
Iena: Non fare, però, le foto con i trafficanti o le foto con le armi?
Adriano: Le foto posso farle con tutti
Iena: Lo sapevi che era un trafficante?
Adriano: Lo sapevo. E allora? È mio amico, è cresciuto con me da piccolo. Non posso girare le spalle adesso che sono diventato un giocatore famoso. Non è così. Qualsiasi cosa io faccia nascono le polemiche. Le armi della foto sono due armi da gioco.
Iena: Torneresti adesso in Italia a giocare?
Adriano: Adesso devo recuperare bene qua. L'Italia, però, è sempre stata la mia seconda casa
Iena: In Italia sei stato in città dove si mangiava benissimo. Come mai sei ingrassato quando sei tornato in Brasile?
Adriano: Sono rimasto in Brasile due-tre mesi senza fare nulla. Mi piace divertirmi, scherzare, fare grigliate quasi tutti i giorni con gli amici. E questo fa ingrassare subito. Mi sono lasciato andare un po'
Iena: Come li vedi i Mondiali per il Brasile?
Adriano: Spero che possa vincere. Lo so che per me sarà difficile andare, però non si sa mai. Dio delle volte fa delle cose che non capisci
Iena: Noi ci crediamo che tu torni in Nazionale. Sei in forma, pensavo fossi più grasso.
Adriano: In televisione sembri più grasso, poi la gente mi vede e mi dice "ma non sei così grasso".
Iena: Ho letto che avevi problemi con l'alcolismo. È vero?
Adriano: È vero, ma prima, quando è morto mio padre
Iena: Se vince il Brasile cosa fai?
Adriano: Non lo so? Faccio una grigliata a casa (ndr, ride)
Iena: Se vince l'Italia?
Adriano: Anche se vince l'Italia faccio una grigliata
Iena: Non farci tornare per metterti in riga, ma solo per esultare ai tuoi gol
Adriano: Speriamo. Speriamo bene (ndr, ride)

[Foto | Cleber Mendes]