giovedì 2 aprile 2015

Venerdì Santo 2015 - tutti i programmi di Rai1

Papa Francesco - Venerdì Santo 2014
Papa Francesco - Venerdì Santo 2014

Il 3 aprile, Venerdì Santo, in mondovisione dal Colosseo, Papa Francesco presiederà il tradizionale Rito della Via Crucis, evento culmine di una giornata particolarmente intensa dal punto di vita liturgico. Questi, in sintesi, gli appuntamenti che in Tv su Rai1 accompagneranno e seguiranno in diretta il percorso di Cristo verso la Croce.

Speciale A Sua Immagine - Le ultime parole di Gesù


Nella puntata speciale di A Sua Immagine, alle 14.10, che continuerà in diretta fino alle 15.30, dal titolo “Le ultime parole di Gesù”, saranno i quattro “preti di strada” che commentano il Vangelo ogni settimana a guidare in un percorso che, dalle ultime parole di Cristo, cercherà di spiegare l’importanza della Via Crucis per i credenti di oggi e di tutte le epoche.

Il Venerdì Santo è il momento liturgico in cui la Chiesa si interroga sulla Passione di Cristo, la dolorosa preparazione all’annuncio di vita eterna che viene con la Pasqua. Le prove terrene cui viene costretto il Figlio di Dio lo spingono a chiedere al Padre: «Perché mi hai abbandonato?». Ma con la morte e la Resurrezione, Cristo dà una nuova vita e una vera speranza all’umanità.

In studio, insieme con Lorena Bianchetti, don Gino Rigoldi, don Vinicio Albanesi e don Maurizio Patriciello mentre, in collegamento da Milano, ci sarà don Luigi Ciotti che presenterà una delle strutture sotto la sua cura.

Nel corso della trasmissione si vedrà come la devozione popolare trasformi la Settimana Santa in un momento di estremo riavvicinamento alla fede; si ascolterà la musica che richiama la tradizione con Ambrogio Sparagna che, con i suoi musicisti, proporrà canzoni legate al periodo pasquale; vivremo storie che attualizzano gli eterni sentimenti del Vangelo nella società contemporanea.

Speciale Porta a Porta - La croce degli altri


Da Tunisi a Mosul, croci e cristiani cadono abbattuti e uccisi dalla barbarie del Califfato. Porta a Porta di venerdì 3 aprile alle 20.30, prima della Via Crucis, sarà una riflessione di Bruno Vespa con Domenico Quirico, i testimoni e le vittime dell’attacco al museo Bardo e il racconto di chi ha dovuto lasciare la propria terra all’avanzata dello stato islamico.

Rito della Via Crucis


Le celebrazioni del Venerdì Santo proseguono alle 21.10 con il Rito della Via Crucis che si terrà anche quest’anno a Roma al Colosseo in Mondovisione, presieduto da Papa Francesco. I testi delle meditazioni sono stati preparati, per incarico del Santo Padre, da monsignor Renato Corti, vescovo emerito di Novara.

La Via Crucis è la commemorazione durante la quale la Chiesa cattolica ricorda il doloroso percorso lungo quattordici tappe, dette “stazioni”, che Cristo percorse nel giorno del Venerdì Santo con la Croce sulle spalle, dal tribunale di Pilato, dove venne condannato a morte, fino al luogo della crocifissione, sulla cima della collina fuori Gerusalemme, chiamata Calvario.

Speciale Rai1-TG1-Rai Vaticano - Dio vive a Napoli


Lo Speciale Rai1-Rai Vaticano, in collaborazione con il TG1, in onda dopo la Via Crucis, alle 22.30, avrà come fulcro la visita pastorale di Papa Francesco a Napoli e la concelebrazione Eucaristica in Piazza Plebiscito. “Dio vive a Napoli”, queste le parole del Papa, invocando per Napoli riscatto morale e sociale, una città dove «la vita non è mai stata facile, ma non è mai stata triste».

Per l’ottavo viaggio apostolico in Italia, Francesco ha scelto la città partenopea, una città dove non mancano gli esempi di santità e che sa essere piena di speranza. Da Scampia al carcere di Poggioreale fino all’incontro con i giovani, un viaggio tra le ferite profonde e la voglia di rinascita della più sud americana città del Mediterraneo, nello speciale a cura di Massimo Milone, firmato da Filippo Di Giacomo, Nicola Vicenti e Fabio Zavattaro, con il montaggio di Pier Luigi Lodi.

Le parole, le immagini e le testimonianze più significative di una giornata che è già storia della Chiesa, con l’appello del Papa ai criminali «convertitevi all’amore, alla giustizia, alla misericordia», l’abbraccio agli ultimi, agli anziani, agli ammalati, nella città del medico santo Giuseppe Moscati, “il prodigio di San Gennaro”, l’appello ai giovani a «non lasciarsi rubare la speranza».

«Molti già sono i cantieri della speranza a Napoli» dice il Cardinale Crescenzio Sepe , Arcivescovo di Napoli. «Niente e nessuno può spezzare le ali della speranza della città».