venerdì 17 ottobre 2014

X Factor 8, le concorrenti Under 24 Donne di Victoria: Camilla, Ilaria, Vivian

X Factor 8 Under 24 Donne Victoria
Prosegue la rassegna dei concorrenti di X Factor 8. Dopo settimane di Audizioni, Bootcamp e Home Visit, sono stati scelti i nomi dei dodici concorrenti di X Factor 2014. Mika, Morgan, Victoria e Fedez hanno fatto le loro scelte…

Gli Under Uomini di Fedez sono Leiner, Lorenzo Fragola e Marco Cappai in arte Madh; le Under Donne di Victoria sono Camilla Andrea Magli, Ilaria Rastrelli e Vivian Grillo; gli Over di Mika sono Marco Boserup, Emma Siobhan Morton e Mario Gavino Garrucciu; i Gruppi di Morgan sono Komminuet, Spritz for Five e The Wise.

A loro si aggiungerà un tredicesimo concorrente scelto dal pubblico.

Ecco le loro foto e schede ufficiali:

Camilla
Camilla

CARTA D’IDENTITÀ

Nome: Camilla Andrea Magli
Data e luogo di nascita: 13/09/95, Carovigno
Anni: 19
Altezza: 1.73
Peso: Non lo so
Occhi: Marroni
Capelli: Castani
Segni particolari: Le mie cicatrici sul viso a cui sono tanto “affezionata”
Animali domestici: I gattini Wendy e Edgar. E alcuni cani dai nomi imbarazzanti!
Segno zodiacale: Vergine

CURIOSITÀ

Cosa fai nel tempo libero?: Bevo il tè.

Segui la moda o non te ne frega niente?: È una passione ma non seguo la moda attuale. Preferisco il Vintage e i super affari ai mercatini dell’usato.

Cosa ti diverte?: Giocare con la mia amatissima nipote Elisa. Torno a essere bambina!

Qual è il tuo rapporto con il web?: Ottimo! Inutile dire che è un mezzo di informazione senza limiti. Permette di avere un ampio scambio di opinioni con chiunque. Ti apre gli occhi davanti alla società e al mondo; tanto meraviglioso quanto atroce.

Cosa non sopporti?: Uuufff! Ci sono un sacco di cose che non sopporto! Non sto qui a elencare!
Sogni nel cassetto?: Ne ho tantissimi. Sono una sognatrice. Oltre che realizzarmi nella musica, un mio grande sogno è acquistare la casa di famiglia di mio padre. Sono tanto legata alle mie radici. E c’è una lunga storia dietro. Spero di riuscire a raccontarla un giorno.

Sei innamorata?: Sono innamorata dell’amore, del romanticismo e delle sensazioni pure tra due persone.

Il tuo colore preferito?: Forse il nero?

Sei superstiziosa?: Un sacco. Un esempio: sono affascinata dalla soprannaturale arte della chiromanzia! Anzi, sono una streeega! Sono sicura di avere poteri soprannaturali, sin da bambina. A quanto pare Harry Potter ha avuto una grande influenza su di me, ahahah!

Il tuo luogo preferito?: Qualsiasi posto nel mondo che mi trasmette energie positive. Il mare d’inverno.

Una frase, una canzone, un libro, un film che ti accompagna o che ti rappresenta: Edgar Allan Poe. Il poeta maledetto dell’800. Leggere le sue poesie mi trasporta in un’altra dimensione. Ogni parola mi fa vibrare l’anima. E poi è oscuro e malinconico. E io amo cullarmi nella malinconia.

IDENTIKIT MUSICALE

A che età hai cominciato a cantare?: Non c’è un momento in cui inizi a cantare. La passione ti scorre nel sangue.

Raccontaci brevemente le tue esperienze musicali prima di X Factor: Ho interpretato la suora di Sister Act, in un musical con l’oratorio della chiesa del mio paese. E meno di un anno fa mi sono ritrovata a cantare per le strade di Milano con due musicisti di origine africana. Cantare per strada è un piacere unico. Una grande emozione. Si crea un forte legame tra la musica e i passanti, senza alcuna pretesa. E poi l’atmosfera è meravigliosa. In particolare d’inverno.

Suoni qualche strumento?: Quale? Studio pianoforte da qualche mese.

C’è qualcuno che non ha mai smesso di credere in te?: La mia famiglia. Ha iniziato a credere in me da quando ho organizzato il mio primo spettacolo teatrale nella cucina di casa. Interpretavo tutti i personaggi, naturalmente.

Un concerto per te memorabile: Bob Dylan al teatro degli Arcimboldi di Milano.

Cosa faresti pur di affermarti nel mondo della musica?: Più di cantare e trasmettere emozioni, non posso fare altro.

Cosa ti piacerebbe si dicesse di te come artista?: Di essere un’ARTISTA.

Cavalli di battaglia (uno in italiano e uno in inglese/lingua straniera): Ma no!

Canzone portata al provino: Don’t let me be misunderstood

Il voto che ti dai come cantante: Suvvia, è una domanda a cui non saprei mai dare una risposta.

Le cinque canzoni più importanti della tua vita:
  • Let It Be dei Beatles
  • Between the bars, Elliot Smith
  • Harvest Moon, Neil Young
  • Poca voglia di fare il soldato, Ivano Fossati
  • Don’t worry be happy, Bobby McFerrin.
A ogni canzone è legata un’esperienza.

Ilaria
Ilaria

CARTA D’IDENTITÀ

Nome: Ilaria Rastrelli
Data e luogo di nascita: 27/01/98, Firenze
Anni: 16
Altezza: 1.65
Peso: 65
Occhi: Grigi
Capelli: Biondi
Segni particolari: Voglia sotto l’ombelico
Animali domestici: Nessuno
Segno zodiacale: Acquario

CURIOSITÀ

Cosa fai nel tempo libero?: Canto, suono, mangio.

Segui la moda o non te ne frega niente?: Il giusto.

Cosa ti diverte?: Stare con gli amici, stare in acqua, cantare.

Qual è il tuo rapporto con il web?: Normale.

Cosa non sopporti?: Ipocrisia, assenza di personalità, animali leccosi.

Sogni nel cassetto?: Cantaaare!

Sei innamorata?: Nah.

Il tuo colore preferito?: Blu.

Sei superstiziosa?: Qualche volta.

Il tuo luogo preferito?: Camera mia.

Una frase, una canzone, un libro, un film che ti accompagna o che ti rappresenta: L’Alchimista di Paolo Coelho.

Un tuo personalissimo slogan: “Prima il piscio poi il peggio”, mia personale perla di saggezza. Significa che prima di affrontare le difficoltà, gli imprevisti e le avversità, devi essere in pace con te stesso, e aver soddisfatto le esigenze… primarie, ecco.

IDENTIKIT MUSICALE

A che età hai cominciato a cantare?: 10 anni.

Raccontaci brevemente le tue esperienze musicali prima di X Factor: Ho seguito un corso di canto in un laboratorio della mia parrocchia, fatto degli spettacoli con questo e quando se ne presentava l’occasione qualche concorso in zona.

Suoni qualche strumento? Quale?: Da quasi un anno studio chitarra.

C’è qualcuno che non ha mai smesso di credere in te?: Sì, la mia “insegnante” di canto, che chiamarla così è più che riduttivo. Ha creduto in me da quando mi ha sentito la prima volta e ogni giorno mi supporta sempre di più. Senza la Claudia non sarei assolutamente qua.

Un concerto per te memorabile: Sono andata solo a due concerti, Laura Pausini e One Direction… Più che per la musica mi piacevano perché c’era un sacco di gente, un sacco di casino e tutti che cantavano le stesse parole.. Questo mi è piaciuto molto di entrambi.

Cosa faresti pur di affermarti nel mondo della musica?: Sinceramente non lo so, ma per continuare a cantare, ogni cosa.

Cosa ti piacerebbe si dicesse di te come artista?: Che sono vera, e ricca di cose da dire e da dare.
Canzone portata al provino: Can’t Find My Way Home dei Blind Faith.

Le cinque canzoni più importanti della tua vita:
  • King in the mirror, Anna F
  • Resolution, Matt Corby
  • All right now , Free
  • Misread, Kings of Convenience
  • Things will change, Treetop Flyers
Vivian
Vivian

CARTA D’IDENTITÀ

Nome: Vivian Grillo
Data e luogo di nascita: 16/09/94, Vicenza
Anni: 20
Altezza: 1 metro e 75 centimetri… coi tacchi!
Peso: il mio numero preferito moltiplicato per se stesso
Occhi: color nocciola tendente al verde
Capelli: castani
Segni particolari: (?)
Animali domestici: Paco (il mio cane)
Segno zodiacale: Vergine

CURIOSITÀ

Cosa fai nel tempo libero?:
  • Canto (sempre!)
  • Leggo, ricerco, mi informo su tematiche di mio interesse (dalla musica, filosofia/letteratura, scienza, salute, fino alle ricette più particolari – come i piatti orientali, tra i miei preferiti!)
  • Guardo le conferenze di “TEDx” su YouTube
  • Creare momenti memorabili con gli amici
  • Volontariato e/o impegni che ritengo essere socialmente utili
  • Camminate lunghissime in mezzo al verde, da sola o con Paco, perché mi permettono di alleviare lo stress quotidiano e riflettere; inoltre perché credo che respirare dell’aria fresca sia il top! E il momento in cui trovo più piacevole andare a camminare è dopo una pesante pioggia estiva, perché amo l’odore dell’erba bagnata che viene enfatizzata dal calore del sole sui campi.
Segui la moda o non te ne frega niente?: Magari traggo ispirazione dalla moda del passato (vedi vintage); ma no, non credo proprio di seguire le mode, in quanto ritengo che seguire le tendenze porti all’omologazione di ciò che è l’essenza dell’individualità. Questo però non toglie che, pur seguendo le mode, non si possano trovare nuovi mezzi per esprimersi ed inventare il proprio stile. Mia madre mi racconta che crescendo mi rifiutavo di indossare ciò che volevano gli altri (tra cui lei stessa) perché ho sempre avuto le mie idee, il mio stile, il mio gusto… e di conseguenza indossavo ciò che mi rendeva felice e mi faceva sentire a mio agio. Questo mio modo di essere è stato spesso criticato (sia positivamente che negativamente), ma nonostante ciò sono sempre rimasta fedele a me stessa!

Cosa ti diverte?:
  • Cantare!!!
  • Parlare con i/le signori/e anziani/e, perché hanno così tante esperienze, storie, saggezze, barzellette di quando erano giovani da raccontare, che non puoi far altro che sorridere.
  • La risata incontrollabile suscitata dalla compagnia di amici incredibilmente buffi!
  • Ricevere messaggi “fuori da questo mondo” da mia sorella maggiore nei momenti più inaspettati.
  • Giocare con Paco.
  • Impersonificare le varie voci di “Bohemian Rhapsody” dei Queen.
Qual è il tuo rapporto con il web?: Siamo abbastanza in SYNC!

Cosa non sopporti?: La mancanza di rispetto.

Sogni nel cassetto?: Ho un sogno nel cassetto davvero immenso, ma non penso di poterlo ancora condividere pubblicamente. Da me si dice che se si racconta “IL sogno nel cassetto per eccellenza” potrebbe non esaudirsi. Dunque… spero che avverrà il prima possibile, così non sarà più un sogno, ma una realtà e una parte integrante della mia vita che posso condividere apertamente.

Sei innamorata?: Direi di sì, ma...

Il tuo colore preferito?: Il mondo è bello per la sua varietà di colori! Ci sono colori come il giallo e l’arancione che mi portano più felicità e serenità, ma sicuramente ho imparato ad apprezzare tutte le gradazioni!

Sei superstiziosa?: Vorrei dir di no perché implica io dipenda dal caso o comunque da queste credenze di natura irrazionale, ma chi non è almeno un po’ superstizioso… No?!

Il tuo luogo preferito?: Il mio luogo preferito non ha un indirizzo, perché non credo sia la materialità della destinazione a rendere il luogo importante, quanto le persone che in quella destinazione attendono il tuo arrivo.

Una frase, una canzone, un libro, un film che ti accompagna o che ti rappresenta:
  • Mi accompagna: “In ogni attività la passione toglie gran parte della difficoltà.“ – Erasmo Da Rotterdam
  • Mi rappresenta: “Nessuna conoscenza, se pur eccellente e salutare, mi darà gioia se la apprenderò per me solo. Se mi si concedesse la sapienza con questa limitazione, di tenerla chiusa in me, rinunciando a diffonderla, la rifiuterei.“ – Lucio Anneo Seneca
Un tuo personalissimo slogan:

“Tu sei unico e speciale,
tutto puoi essere in potenziale!
Segui il tuo sogno, non mollare mai;
nonostante tutto, ce la farai!”
/
“You are special and unique,
anything and everything you can be!
Follow your dream, never give up;
you will make it, no mater what! ”

IDENTIKIT MUSICALE

A che età hai cominciato a cantare?: Non saprei, ma mi è stato detto che ho cominciato a cantare prima di camminare. Però ricordo di aver fatto il provino per lo Zecchino d’Oro a 6/7 anni. quando le selezioni erano a Vicenza (nel 2001) e anche allora il mio fratellino Lawrence (3/4 anni) venne con me. Ho fatto il mio provino e poi seguiva il suo, ma essendo timido ed essendogli venuto un attacco di “stage fright”, finimmo col cantare insieme.

Raccontaci brevemente le tue esperienze musicali prima di X Factor: Ho partecipato a diversi concorsi, anche se con il solo intento di crescere/maturare come artista senza perdere l’occasione di divertirmi cantando! Durante le elementari e medie ho preso lezioni di chitarra (Elisa Moretto) e pianoforte (Elena Righi). Alle medie ho cantato come solista sotto la direzione di Lino G. Dalla Gassa. Alle superiori ho fatto parte del coro del Liceo diretto da Sereno Ruaro. Nel 2011 entrai a far parte del Laboratorio Corale IMT Vocal Project di Thiene (VI) diretto da Lorenzo Fattambrini. Grazie a questa formazione ho avuto la possibilità di realizzare numerosi concerti, collaborare con vari artisti (la cover band Tactus Rosa, il cantante gospel americano Knagui, il cantautore vicentino Davide Peron e altri…) e conquistare diversi riconoscimenti in ambito nazionale. Presso l’Istituto Musicale Veneto di Thiene (VI) ho anche frequentato i corsi di Pianoforte Moderno, Lettura Musicale, Musica d’Insieme grazie ai quali ho avuto la possibilità di perfezionare la mia preparazione musicale, con l’aiuto e il sostegno dei docenti Riccardo Pettinà, Riccardo Brazzale, Federico Malaman, Lorenzo Guarda, Lorenzo Signorini e Bruno Grotto. Nel 2013 sono stata invitata a cantare per il concerto di Natale al CIMEC di Rovereto. Nel 2014 ho partecipato alle selezioni del Festival Show arrivando tra i primi 30.

Suoni qualche strumento? Quale?: La voce è il mio strumento principale! Ma ce ne sono tanti altri, come la chitarra e il pianoforte, che spero di (ri)prendere in mano e di conoscere più intimamente, possibilmente in un vicino futuro.

C’è qualcuno che non ha mai smesso di credere in te?: Mio nonno Renzo.. e io, ho sempre creduto in lui. Lui è uno dei pochi uomini che amerò fino alla morte. La sua perdita mi ha scosso parecchio, ma sono sicura che oltre a realizzare il mio sogno, io stia realizzando pure il suo, grazie a X Factor. Nonno chiedeva sempre con un sorriso da mille volt: “Allora? Quando ti vedo in TV?!”

Un concerto per te memorabile: Non saprei quale scegliere tra il concerto di Beyoncé a cui ho assistito al Verizon Center di Washington D.C. e quello degli Aerosmith e ZZ-Top al Nissan Pavillion al Stone Ridge in Bristow (Virginia), sempre negli Stati Uniti.

Cosa faresti pur di affermarti nel mondo della musica?: Fatemi una proposta e vi dirò se l’accetto
Cosa ti piacerebbe si dicesse di te come artista?: “TU MI HAI ISPIRATO!” Penso sia la cosa che mi renderebbe più felice e realizzata.

Cavalli di battaglia (uno in italiano e uno in inglese/lingua straniera):
  • ITALIANO: L’amore si odia – Fiorella Mannoia & Noemi
  • INGLESE: Rehab – Amy Whinehouse
Canzone portata al provino: Don’t You Worry Child degli Swedish House Mafia, con il mio fratellino Lawrence.

Il voto che ti dai come cantante: Sono la critica più puntigliosa e l’amica più fedele di me stessa, come potrei esprimere giudizio? Sarei sempre imparziale.

Le cinque canzoni più importanti della tua vita:
  • Sweet Dreams (Are Made of This), Eurythmics
  • Nobody’s Perfect, Jessie J
  • Be Bop A Lula, Gene Vincent
  • I’m leaving on a jet plane, John Denver
  • Zombie, The Cranberries