martedì 24 febbraio 2015

The Voice of Italy 3, torna in prima serata il talent che premia la "Voce"

The Voice of Italy 3 studio
The Voice of Italy 3 studio

Torna The Voice of Italy, l’evento televisivo che premia la “Voce”. Insieme ai tre vocal coach J-Ax, Noemi e Piero Pelù debutta una nuova “poltrona doppia”: quella di Roby e Francesco Facchinetti. Conducono Federico Russo e Valentina Correani. Da mercoledì 25 febbraio alle 21.10 su Rai2.

Un pulsante per due: è la novità della nuova stagione di The Voice of Italy 3, il programma che premia la “Voce”, al ritorno in prima serata dal 25 febbraio su Rai2. Accanto ai coach dello scorso anno J-Ax, Noemi e Piero Pelù, infatti, la terza edizione vede infatti il debutto della “poltrona doppia” di Roby e Francesco Facchinetti, che dovranno comportarsi come un unico coach e decidere di comune accordo se premere l’unico pulsante che hanno a disposizione per scegliere, soltanto ascoltando la voce, i talenti che comporranno la propria squadra.

Alla conduzione del programma – realizzato da Rai2 in collaborazione con Talpa Italia negli studi del Centro di Produzione Tv Rai in via Mecenate a Milano – confermati Federico Russo e Valentina Correani. Quest’ultima, sempre nelle vesti di V-Reporter, coinvolgerà il pubblico che interagirà attraverso il sito ufficiale thevoiceofitaly.rai.it e i social network di The Voice of Italy.

In tutto, quattordici appuntamenti con la grande musica italiana e internazionale, con cover di brani leggendari e hit del momento suonate live: un percorso che si svilupperà in quattro fasi. Prima di tutto, la formazione dei diversi team nelle cinque “Blind Audition” all’interno delle quali novità di quest’anno sono le cosiddette “Blind/Audition Blind”, audizioni in cui il cantante non sarà visibile in alcun modo, neppure al pubblico.

Si passerà poi alla “scrematura” con le due “Battle”, i duelli tra i componenti della stessa squadra. Confermata in questa fase l’opzione “Steal”: il cantante eliminato da un coach potrà essere recuperato da un altro e inserito nella sua squadra.

Seguirà la fase dei due “Knock-Out” e, infine, si entrerà nella parte finale dello show con i cinque “Live Show”, che decreteranno il vincitore della terza edizione che si aggiudicherà un contratto con la casa discografica Universal Music.

Le quattro fasi di The Voice of Italy

“Blind Audition”: il cantante in gara entra in scena e inizia a cantare, con i coach seduti di spalle, senza possibilità di vederlo. I coach ascoltano e se uno di loro sceglie il cantante schiaccia il pulsante “I want you” e la sedia si gira. Se nessuno dei coach fa girare la poltrona, il cantante lascia il programma. Se più coach, invece, decidono di girarsi, sarà il cantante in gara a scegliere a chi affidarsi.

Novità di questa edizione sono le “Blind/Audition Blind”. In questo tipo di audizione non sarà mostrato in alcun modo il concorrente (né nella clip, né in silhouette) e persino durante la performance in studio non potrà essere visto dal pubblico e dai coach, perché sarà nascosto da una speciale tenda. Solo dopo la performance, la tenda cadrà e tutti potranno vedere chi si è appena esibito.

“Battle”: ogni coach fa eseguire da due diversi artisti della propria squadra la stessa canzone in un vero e proprio “duello”. Al termine il coach sceglierà chi passerà il turno, ma anche quest’anno ci sarà l’opzione “Steal”, grazie alla quale il cantante eliminato da un coach potrà essere recuperato da un altro e inserito nella propria squadra. Ogni coach, però, potrà sfruttare questa possibilità solo due volte nel corso di tutta la fase.

“Knock Out”: è lo step che precede la fase finale e vede due concorrenti della stessa squadra sfidarsi su due brani diversi. Al termine del confronto, il coach eliminerà un partecipante che questa volta non avrà più possibilità di essere ripescato.

“Live Show”: i finalisti di ogni squadra si esibiscono singolarmente, con il proprio coach e con gli ospiti. Ogni coach valuterà i propri cantanti, ma al loro voto si unirà quello del pubblico da casa, fino all’ultima puntata, nella quale le sorti delle Voci in gara verranno decretate unicamente dai telespettatori.

Il vincitore si aggiudicherà un contratto discografico con Universal Music.

The Voice of Italy è anche sul web. Come sempre, il sito internet www.thevoiceofitaly.rai.it offrirà al mondo della rete le dirette in streaming delle puntate Live e un “second screen”, condotto da Valentina Correani, che trasmetterà sul web dei contenuti extra (curiosità sul programma, backstage e interviste che non vedremo in onda nelle puntate di The Voice). Sui Social Network The Voice of Italy è attivo su Facebook: thevoiceufficiale, Twitter: @thevoice_italy con gli hashtag #tvoi e per le squadre #teamnoemi #teampelù #teamjax #teamfach, Instagram: thevoice_italy e Vine: @thevoice_italy.

Nella scorsa edizione #tvoi si è posizionato al secondo posto della classifica dei TT italiani nella categoria programmi televisivi stilata da Twitter a fine anno.

The Voice of Italy, inoltre si potrà ascoltare, anche quest’anno, su Radio2. Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini, conduttori di “Rock and Roll Circus”, seguiranno in diretta dagli studi di Via Asiago tutte le puntate del programma, con un commento live delle varie fasi della gara. Con loro, in ogni diretta, saranno ospiti gli altri conduttori di Radio2, che commenteranno le performance dei concorrenti insieme a critici musicali, discografici, addetti ai lavori e blogger.

The Voice of Italy Un programma di: Simone Di Rosa, Francesco Foppoli, Anna Gori, Clarita lalongo, Gianmarco Mazzi, Luca Parenti, Ettore Paternò, Pasquale Romano, Luca Tiberio. A cura di Fabio Collini. Produttore esecutivo Valeria Destefanis. Regia di Cristiano D’Alisera.