mercoledì 4 marzo 2015

Le Iene Show, giovedì 5/3/2015 la quinta puntata: inquinamento e intossicazione da metalli pesanti, la storia di Emilio, la lite tra Rocco Siffredi e Cicciolina

Le- Iene Show - Ilary Blasi e Teo Mammucari
Le- Iene Show - Ilary Blasi e Teo Mammucari

Giovedì 5 marzo 2015 alle 21.10 torna in diretta su Italia 1 Le Iene Show, con la quinta puntata in prima serata presentata da Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa’s Band (Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto).

Tra i servizi della puntata:

L’inquinamento è ormai un problema che riguarda tutti. Oltre a quello cittadino, fatto di tubi di scappamento e riscaldamento, ci sono fabbriche, discariche e moltissimi siti altamente inquinanti. Uno degli effetti nocivi nell’uomo è l’accumulo dei metalli pesanti concausa dei tumori.

Due medici che vivono a Caserta, nel cuore della Terra dei Fuochi, si sono chiesti se fosse possibile disintossicarsi dai metalli pesanti con una dieta particolare, ricca di frutta e verdura. I dottori hanno così deciso di far partire uno studio pilota che Nadia Toffa documenta passo dopo passo, per capire se realmente questa dieta possa aiutare il corpo ad espellere questi metalli.

Dalle analisi effettuate ai pazienti dopo tre mesi risulta in effetti una riduzione di metalli tossici e un riequilibrio di quelli buoni. I risultati sembrano incoraggianti, ma è importante sottolineare che, trattandosi di poche persone, questo esperimento non ha ancora una validità scientifica, per cui la ricerca dovrebbe essere allargata ad un campione molto più esteso; come sottolineato anche da due accreditati ricercatori intervistati da Nadia Toffa, il Prof. Ettore Bergamini e Carla Ferrari del CNR.

Giovanna “Nina” Palmieri racconta la storia di Emilio, un bambino di 8 mesi che, a causa di una gravissima cardiopatia, necessita di essere operato con urgenza. Il bambino si trova nelle Filippine con la madre, mentre il padre abita in Italia. Per una serie di problemi burocratici, Emilio non può ottenere in tempi brevi la cittadinanza italiana ed essere, quindi, operato in Italia. D’altro canto nelle Filippine, la lista d’attesa per l’intervento sarebbe troppo lunga, mentre per poter procedere privatamente sarebbe necessario molto denaro, che il padre in questo momento non può permettersi.

La Iena cerca di aiutare il padre di Emilio a trovare una soluzione per procedere con l’intervento del bambino il prima possibile.

La settimana scorsa si è consumata una lite a distanza tra Rocco Siffredi, naufrago sull’Isola dei Famosi, e Cicciolina. La Iena Riccardo Trombetta intervista l’ex pornostar.

A seguire alcuni stralci dell’intervista:

Iena: Come mai sei così inc**ta con Rocco?
Cicciolina: Io non ho niente contro Rocco
Iena: Cos’è successo?
Cicciolina: Un giornalista mi ha scritto che Rocco Siffredi ha detto che io sono str**a nella vita e str**a nel lavoro
Iena: Ma questo lo ha detto il giornalista, mica lui
Cicciolina: Non è la prima volta purtroppo. Quando c’è stato il funerale di Schicchi gli sono andata vicino e gli ho detto: “Caro Rocco, tu parli male di me”. Ha sorriso e ha detto: “Sai Cicciolina, i giornalisti...”
Iena: Vedi che è colpa dei giornalisti?
Cicciolina: Sì, ma per esempio, se io non parlo male di Rocco Siffredi, nessuno lo scrive. Invece di parlare male di me dietro le spalle, dovrebbe baciare i piedi dove cammino perché tutto sommato io e Schicchi lo abbiamo fatto diventare Rocco Siffredi, non era nessuno.
Iena: E secondo te perché dovrebbe parlare male di te?
Cicciolina: Gli starò antipatica
Iena: O forse lui è antipatico a te...
Cicciolina: Io non ce l’ho con lui, mi sono rotta le scatole che parla sempre male di me
Iena: Senti, lui adesso è all’Isola dei famosi e non può rispondere, che ne dici di fare la pace?
Cicciolina: Caro Rocco, se all’Isola dei famosi mi chiedi scusa ufficialmente, io dimentico le tue misfattanze e ti prometto che potrai brillare a fianco a me nel mio prossimo film!


Luigi Pelazza indaga su alcune bande di albanesi e ucraini che negli ultimi anni hanno svaligiato moltissimi negozi di bici di alta gamma. I ladri non si fermano davanti a niente, né telecamere, né sistemi di allarme all’avanguardia, sfondando anche le vetrine quando necessario. Le biciclette, poi, vengono vendute su alcuni siti internet. La Iena si reca in Ucraina e cerca di risalire ai venditori delle bici rubate.