mercoledì 29 luglio 2015

SuperQuark, di giovedì 30/7/2015: un documentario della serie Ushuaia Nature, che questa volta ci porterà in un luogo isolato dell'Africa

Himba
Himba
Giovedì 30 luglio alle 21.10 su Rai1 andrà in onda la sesta puntata della nuova edizione di “SuperQuark”, il programma di approfondimento scientifico condotto come sempre da Piero Angela con 10 nuovi appuntamenti in prima serata.

Nella sesta puntata di “SuperQuark” ancora un documentario della serie “Ushuaia Nature”, che questa volta ci porterà in un luogo isolato dell’Africa.

L’Africa, l’abbiamo visto tante volte, è un continente pieno di paesaggi molto diversi tra loro: foreste, savane, laghi immensi, montagne più alte del monte Bianco, deserti. Oggi la troupe di “Ushuaia” ci porterà in una zona poco conosciuta della Namibia: un ambiente molto strano, fatto di dune sabbiose che scendono fino al mare. Ed è qui che vive un animale raro: il leone del deserto.

Nicolas Hulot a bordo di una stravagante macchina volante: un prototipo unico che gli consente di spostarsi grazie al vento, in silenzio e con leggerezza. Un viaggio che ci consentirà di incontrare una tribù Himba in una delle regioni più incontaminate dell’Africa Australe.

Il colesterolo è essenziale per la nostra vita, ma anche molto pericoloso. Barbara Gallavotti e Federica Calvia fanno l’identikit di una molecola insidiosa con l’aiuto degli esperti.

La parola archeologia ci fa subito venire in mente uno scavo polveroso con esperti che, con un pennellino, tentano di estrarre dal suolo un prezioso frammento del passato. C’è tuttavia un altro tipo di archeologia, quella sperimentale che segue un via diversa. Ricostruire, oggi, gli oggetti del passato ma con tecnologie antiche per capire come lavorassero o anche vivessero gli artigiani del passato o come combattessero i soldati.

Che fine ha fatto la fusione nucleare? In studio ospite di Piero Angela il Professor Piero Martin per capire a che punto è la ricerca.

Andare oltre gli OGM, i ricercatori hanno oggi a adisposizione strumenti sempre più precisi per imitare le mutazioni che avvengono in natura, o anche gli incroci che tradizionalmente vengono realizzati dai coltivatori, ma in tempi molto rapidi. Lo scopo non è di ibridare specie diverse, ma di mimare certi processi naturali, guidandoli nella direzione voluta. È una tecnologia che potrebbe portare sviluppi importanti anche nelle terapie mediche. Giovanni Carrada con Rossella Li Vigni ha realizzato questo servizio per spiegarci più precisamente di cosa si tratta.

Chi non ha visto, passando in auto sulle autostrade, intere montagne sventrate per ricavarne materiali da costruzione? Come riparare questi danni e soprattutto come i estrarre materiali necessari al settore edilizio senza rovinare l’ambiente? Esiste un metodo che fa procedere in parallelo scavo e restauro in modo che alla fine non rimanga alcuna traccia dell’attività estrattiva svolta.

Barbara Gallavotti con Cristina Scardovi sono andate alla scoperta della lingua italiana dei Segni, per conoscere un modo di comunicare complesso e ricco di sfumature.

25 anni nello spazio: il Telescopio spaziale Hubble ha festeggiato il quarto di secolo di attività dopo aver scattato milioni di foto. Ecco la sua storia.

Rubriche:

“Dietro le quinte della Storia”, con il prof. Alessandro Barbero: Ci racconterà del commodoro Perry che nel 1854 con una squadra di navi da guerra americane raggiunge il Giappone e lo obbliga ad aprirsi al commercio americano.

Per la “Scienza in Cucina”, la nutrizionista dr.ssa Elisabetta Bernardi: come mangiare per proteggere il nostro pianeta? quali sono i cibi più ecologici e quali i più inquinanti?

“Questione di ormoni”, in studio il prof. Emmanuele Jannini, endocrinologo dell’Università Tor Vergata di Roma, ci parlerà della genetica nel sesso.

“Viaggio nel comportamento animale”, con il prof. Danilo Minardi, Piero Angela parlerà
della Tartaruga.