martedì 5 novembre 2013

Pechino Express 2 - Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni hanno vinto

Massimiliano-Rosolino-e-Marco-Maddaloni-4

Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni hanno vinto Pechino Express 2, conquistando dopo un viaggio estenuante la mitica città di Bangkok.

Massimiliano e Marco erano visibilmente emozionanti quando hanno suonato il gong alla fine della loro avventura a Bangkok, ma tutto è iniziato 8.323 chilometri prima.

Massimiliano Rosolino ha iniziato l’avventura con Alessandra Sensini in Piazza Ho Chi Minh, quando Costantino della Gherardesca diede il benvenuto in Vietnam ai viaggiatori.

Il Vietnam è un Paese molto affascinante, attraversato con determinazione da Massimiliano e Alessandra, affrontando prove canore, facendo le “mondine” e i “fattorini”, e scagliando frecce con balestre in legno.

Al termine della terza tappa, nella Valle dell’Amore, Costantino consegnò loro la prima medaglia vinta nel reality, esclamando: «Una così non l’avete mai vinta». E loro ci presero gusto, tanto che, pur di conquistare anche la tappa successiva e dopo un brutto infortunio, Alessandra strinse i denti e insieme a Massimiliano, divorò il puzzolentissimo “durian”.

Massimiliano e Alessandra sembravano inarrestabili. Ma il prezzo da pagare per la seconda vittoria fu molto alto: nel varcate le porte della Cambogia l’infortunio di Alessandra peggiorò, e la campionessa fu costretta a ritirarsi.

Massimiliano, con forza e coraggio, decise di continuare il viaggio da solo, attendendo un nuovo compagno che si sarebbe unito a lui nel corso della tappa. Infatti l’indomani mattina, a sorpresa, lo svegliò più giovane campione italiano di judo di tutti i tempi: Marco Maddaloni. Insieme formarono la coppia degli “Sportivi”, una coppia fortissima. Raggiunsero santuari in cima alle montagne con pochissimo sforzo, arrivarono in Laos, ottennero passaggi sfoggiando inaspettate doti di grandi attori, mangiarono tarantole fritte senza battere ciglio, ma, soprattutto, vinsero tre tappe consecutive mietendo vittime tra le coppie avversarie.

Al termine dell’ottava tappa, i nostri due eroi terminarono il viaggio in Laos con una seconda posizione generò un piccolo barlume di speranza di vittoria nelle altre coppie rimaste in gara.

Ma non si diedero per vinti e Massimiliano e Marco approdarono in Thailandia più agguerriti che mai, compiendo missioni in cui non potevano avvalersi della loro fisicità, come imparare la lingua thai o vendere fiori per strada. Lo sforzo però non bastò, infatti semifinale venne vinta dalle “Modelle”.

Nella finalissima, “Sportivi” e “Modelle” si sbarazzarono in fretta della coppia dei “Laureati”, e la battaglia tra le due coppie, iniziata nelle tappe precedenti, si trasformò in guerra! In una finale dalle mille prove difficoltose: passaggi a bordo di sfreccianti moto-taxi, massaggi ai piedi, karaoke italo-thailandesi, e telefonate commoventi, le due coppie completarono anche la decima e ultima tappa. Ma a raggiungere per primi il chilometro 8.323 sono stati Massimiliano e Marco.

E qui il viaggio terminò. Il gong fatto risuonare dagli “Sportivi” pose fine all’avventura della seconda edizione di “Pechino Express”, ma i luoghi, le persone, le emozioni, i sorrisi e tutto quello che ha dato vita a questa splendida avventura, continueranno a “viaggiare” per sempre nei nostri ricordi.