giovedì 6 agosto 2015

La Grande Storia, nella sesta puntata di venerdì 7/8/2015: Sir Winston Churchill e il Cavaliere Benito Mussolini

La Grande Storia
La Grande Storia
Venerdì 7 agosto alle 21.15 su Rai3 andrà in onda la sesta puntata della 18ª edizione de “La Grande Storia”, otto nuovi appuntamenti in prima serata con il racconto della storia del Novecento – e non solo – attraverso i suoi protagonisti, i fatti, le tragedie e i tanti momenti di progresso e di sviluppo commentati da Paolo Mieli.

Nel sesto appuntamento in prima serata con “La grande storia”, Paolo Mieli ci accompagnerà nel racconto di due popoli, due regimi politici, due capi: Winston Churchill e Benito Mussolini.

Tre documentari cercheranno di analizzare questi protagonisti, nel bene e nel male, del Novecento da un punto di vista particolare e nuovo anche grazie a straordinarie immagini a colori.

Si parte con “Parla Mussolini” di Emanuele Colarossi: una breve analisi del duce oratore. Grazie anche all’aiuto della psicologa della comunicazione Isabella Poggi e dell’esperto di comunicazione politica Claudio Velardi capiremo i suoi trucchi oratori, la sua tecnica, il suo indubbio carisma.

Un fascino che fece breccia anche nel pubblico anglosassone: attraverso due rarità d’archivio vedremo un Mussolini che si sforza di parlare in inglese in “The man of the hour” del 23 settembre 1927. E poi un duce addirittura celebrato da un film prodotto dalla Columbia Pictures nel 1933, dal titolo “Mussolini Speaks”.

Se il pubblico straniero è incuriosito il duce, in Italia è senza dubbio l’uomo più desiderato, ammirato, invocato dagli italiani. Donne e uomini, soldati e contadini, bambini, preti, fascisti della prima ora e nuovi seguaci, tutti gli scrivono. Ma cosa scrivono?

“Mio Duce, ti scrivo” di Massimo Martella svelerà – attraverso uno lungo e minuzioso scavo nel fondo della Segreteria Particolare del Duce conservato all’Archivio Centrale dello Stato di Roma – chi sono gli italiani che scrivono a Mussolini e cosa chiedono. Chiedono favori e in molti casi sussidi; denunciano torti o illegalità, altre volte calunniano solamente il rivale, il concorrente, il vicino; ma i più vogliono soltanto esprimergli, direttamente, la propria devozione. Fino alla fine degli anni Trenta: gli anni del consenso stanno terminando e le lettere cambiano tono. La guerra comincia a fare paura.

Terzo film documentario è “Sir Winston Churchill” di Andrea Orbicciani. “La Grande Storia” ripercorre la sua incredibile carriera fatta di luci splendenti, ma anche di ombre improvvise, raccontata attraverso straordinarie immagini a colori, inedite in Italia. Ci aiuterà a raccontare questo gigante del Novecento un grande storico inglese, Adrian Lyttelton, che ha conosciuto personalmente Churchill perché suo padre Oliver, visconte di Chandos, è stato uno dei ministri più influenti del governo durante la seconda guerra mondiale.