venerdì 22 novembre 2013

Ulisse - Il piacere della scoperta, nell’ottava puntata di sabato 23-11-2013: “Viaggio insolito nel corpo umano”

corpo-umano-muscoli

Sabato 23 novembre 2013 alle 21.30 su Rai 3 andrà in onda l’ottava puntata di “Ulisse - Il piacere della scoperta”, il programma condotto da Alberto Angela.

Argomento dell’ottavo appuntamento sarà un “Viaggio insolito nel corpo umano”, un grande viaggio all’interno del corpo umano.

Non c’è niente di più familiare, e al tempo stesso di più misterioso, di questa macchina perfetta che può fare cose che nessuna macchina inventata dall’uomo sarebbe mai in grado di compiere. Non solo grazie ai suoi sensi raffinati, ma ancor più attraverso la sua incredibile capacità di elaborare pensieri, idee, emozioni.

Nel corso della puntata scopriremo da vicinissimo i suoi congegni: il motore, le infrastrutture, le carreggiate e i circuiti, passando attraverso 10 mila battiti di ciglia; 20 mila respiri; e 100 mila battiti cardiaci.

Attraverso le immagini davvero uniche del documentario del National Geographic dal titolo “L’incredibile macchina umana”, viaggeremo dentro l’organismo esplorando i principali organi e osservandoli in azione.

Guardando infatti all’interno del corpo umano ci si accorge che ogni organo è composto da un’infinità di tessuti, cellule, molecole che debbono muoversi e lavorare perfettamente in sincrono per rendere possibile ogni gesto, reazione o comportamento.

Ma c’è una cosa che colpisce: nel corso della vita, il nostro corpo si ricambia continuamente, attraverso una sostituzione, molecola per molecola, atomo per atomo, di tutte le sue varie parti. A un certo punto, i corpi muoiono, ma la vita continua. Perché i corpi sono anche capaci di replicare se stessi, attraverso la riproduzione. Ed è una cosa veramente incredibile vedere che questa macchina così complicata, formata da miliardi e miliardi di cellule, sia capace di rimontare se stessa partendo da zero. Ed è quello che avviene durante la gravidanza.

Che funga da centro di controllo o da stazione di pompaggio, da sistema di sicurezza o di scarico, da impianto di produzione elettrica o da macchina fotocopiatrice, il corpo umano da più di 100.000 anni è una meraviglia molto complessa.

E alla fine del nostro viaggio, dopo essere scesi dalla superficie fino alla parte più interna del corpo, attraverso trilioni di cellule, lungo i suoi circuiti, possiamo dire che tutti questi sistemi convergono in un unico disegno incredibile.

E forse anche di fronte all’infinito numero di stelle che abitano l’universo, possiamo dire che non esiste nulla che possa essere paragonato all’incredibile macchina umana.