venerdì 13 dicembre 2013

X Factor 7 - Michele Bravi ha vinto l’edizione 2013

Michele-4

Michele Bravi ha vintoX Factor 7, in una combattutissima finale contro gli Ape Escape, secondi classificati, Violetta Zironi, arrivata terza, e Chiara “Aba” Gallana, quarta.

Michele Bravi si è presentato alle Audizioni di “X Factor” con il brano “Father and Son” di Cat Stevens e fin dal primo momento ha stregato Morgan, che in seguito è diventato il suo giudice:

«Hai abitato la canzone, tu sai quello che canti».

Due settimane dopo, agli Home Visit di Berlino, Michele ha convinto appieno con la sua interpretazione di “Feeling Good” di Michael Bublé conquistandosi così un posto all’interno di X Factor.

Da subito rimasto incantato dalla grande eleganza di Michele, Morgan decide di improntare il percorso del giovane cantante assegnandogli brani in grado di risaltare questa sua caratteristica.

La sua performance di debutto, “Carte da decifrare” di Ivano Fossati, è un brano raffinato e malinconico che gli permette di superare senza problemi il primo Live Show.

Nella seconda puntata Michele si cimenta con una canzone molto diversa, “See Emily Play”, caposaldo della psichedelia fine anni ’60. Il brano dei Pink Floyd, oltre a dargli pieno accesso al terzo live, gli procura l’appellativo di tesorino, una sorta di nickname forgiato da Simona Ventura che Michele si porterà dietro per tutto il suo percorso a “X Factor”.

Per il terzo live, Morgan regala al suo talento una canzone dei Bluvertigo, “Cieli Neri”, a cui Michele rende onore superando l’eliminazione e approdando a Hell Factor. Il quarto infernale step prevede la doppia eliminazione ma Michele la supera indenne con un’esibizione ironica e kitsch, una rivisitazione in chiave rock di “Reality”, canzone tratta dalla colonna sonora de “Il Tempo delle Mele”.

Consapevole delle potenzialità delle soundtrack cinematografiche, per il secondo Hell Factor Morgan propone a Michele un brano tratto da un film diventato un piccolo cult, “Donnie Darko”.

La teatrale e sofferta interpretazione di “Mad World” da parte del cantante  gli vale l’ingresso al sesto Live Show, puntata a tema dance. Durante la prima manche Michele stupisce tutti muovendosi sul palco a ritmo di “Promised Land”, un pezzo degli anni ’70 che secondo Morgan ha in sé una sorta di regalità adatta a lui; durante la seconda manche Michele canta “Red Roses for A Blue Lady”, un brano molto difficile che per la prima volta non convince i giudici, che giudicano la sua performance troppo immatura rispetto al testo impegnativo della canzone. Nonostante le critiche, Michele riesce a evitare il ballottaggio e a conquistarsi un posto in Semifinale.

È il momento degli inediti e Michele si fa trovare pronto. Durante il settimo Live Show, il cantante presenta “La vita e la Felicità”, una ballata romantica scritta da Tiziano Ferro che racconta di un amore mai sopito.

La canzone convince i giudici e gli garantisce l’accesso alla seconda manche che Michele inaugura con “Little Wing”, probabilmente il pezzo più difficile del suo percorso a “X Factor”. La sua interpretazione, unica ed efficace, lo traghetta finalmente all’ultimo live che si è tenuto questa sera al Mediolanum Forum di Milano, facendogli conquistare la corona di settimo re di “X Factor”.