venerdì 13 giugno 2014

Ulisse - il piacere della scoperta: L’uomo e il mare nella decima puntata di sabato 14/6/2014

mare

Sabato 14 giugno 2014 alle 21.05 su Rai 3 appuntamento con la decima puntata di Ulisse - il piacere della scoperta, condotta da Alberto Angela che ci racconterà: L’uomo e il mare.

Ulisse va ad esplorare il mare, quell’immensità d’acqua che ha permesso alla vita di nascere e di evolversi sul nostro pianeta.

Questa puntata tuttavia non è semplicemente dedicata al mare, ma soprattutto al rapporto tra l’Uomo e il mare, un rapporto iniziato decine di migliaia di anni fa, agli inizi dell’avventura dell’Homo Sapiens, e mai interrotto.

In questa puntata Alberto Angela è a Genova, città marinara per eccellenza, per ripercorrere le tappe di questa lunghissima e affascinante avventura umana, nei suoi risvolti storici e scientifici.

Il Museo Galata del mare, il ricchissimo Acquario e ogni settore del grande porto ligure ci narrano un capitolo diverso del nostro viaggio. Un viaggio che si sviluppa in due direzioni: in orizzontale, esplorando la superficie del mare, per conoscere le forze che lo animano al suo interno, le energie titaniche capaci di muovere immense masse d’acqua.

E poi in verticale, immergendoci nella vastità blu del mare per andare a conoscere l’infinita varietà di specie che popolano gli oceani, scendendo via via sempre più giù, sino a raggiungere il fondo degli abissi.
Ci accorgeremo così che il mare è un mondo tutto da scoprire: per quanto strano possa sembrare, conosciamo meglio alcune aree della Luna che i fondali dei nostri oceani.

Andiamo poi a conoscere il lato oscuro di questa immensa massa d’acqua. Per secoli il mare ha rappresentato, per chi partiva, una sfida con la morte. Sentiamo il racconto in prima persona delle vittime di naufragi e andiamo a vedere gli ex-voto degli scampati, forse quanto più efficace per descrivere l’estrema vulnerabilità dell’uomo in mare.

Concludiamo il viaggio nel pianeta del mare con uno sguardo sul futuro, alle innumerevoli ricchezze che esso ci offre e ai pericoli che corre per mano dell’uomo.