venerdì 29 novembre 2013

Ulisse - Il piacere della scoperta, nella nona puntata di sabato 30-11-2013: “Pearl Harbor: La storia minuto per minuto”

Pearl-Harbor

Sabato 30 novembre 2013 alle 21.30 su Rai 3 andrà in onda la nona puntata di “Ulisse - Il piacere della scoperta”, il programma condotto da Alberto Angela.

L’argomento trattato nel corso di questo nono appuntamento sarà: “Pearl Harbor: La storia minuto per minuto”.

La mattina del 7 dicembre 1941 aerei giapponesi distruggono la flotta americana nella baia di Pearl Harbor.

Ma come si è arrivati a questo attacco? Per quali motivi? Quali le armi usate? Quali le conseguenze? Questo sarà l’argomento della puntata di “Ulisse: il piacere della scoperta” trasmessa domani sera.

Alberto Angela ci porterà sui luoghi in cui tutto è accaduto, alle isole Hawaii, per raccontarci come si è svolta quella terribile giornata minuto per minuto.

Erano le prime ore di una domenica tranquilla: tra gli americani c’era chi ancora dormiva, chi stava facendo colazione e chi era andato a messa. Proprio per cogliere di sorpresa la base americana, i giapponesi sferrarono l’attacco in quel momento.

La missione era stata preparata a lungo, sul posto da una spia e nei comandi militari in Giappone studiando nel dettaglio la conformazione dei luoghi.

Per capire le condizioni di vita a bordo con Alberto Angela visiteremo un sottomarino e la mitica corazzata Missouri.

Gli incontri di Alberto Angela con alcuni dei protagonisti e testimoni sopravvissuti, ci faranno rivivere le emozioni di quella tremenda mattina.

Grazie a documenti dell’epoca e a ricostruzioni di film famosi, assisteremo al lungo viaggio di avvicinamento delle portaerei giapponesi alle Hawaii, alle incursioni dei bombardieri, allo scompiglio e alla confusione di cui caddero preda le basi americane.

Ma dopo i comprensibili momenti di meraviglia e di panico, la reazione all’attacco inaspettato comportò anche atti di coraggio collettivo e individuale.

Ascolteremo il racconto drammatico dei soccorritori che ancora adesso, a distanza di tanti anni, non hanno dimenticato e al solo ricordo dei compagni scomparsi si commuovono.

La risposta politica e militare degli Stati Uniti non si fece attendere. La decisione di entrare in guerra e contribuire così all’esito del secondo conflitto mondiale rende il 7 dicembre 1941 una giornata cruciale del Novecento.