giovedì 20 marzo 2014

Il meglio d’Italia, venerdì la quarta e ultima puntata: Arisa, Giancarlo Giannini, Alessandra Amoroso e Carlo Conti ospiti della serata

enrico-brignano-liz-solari-il-meglio-d'italia-3

Venerdì 21 marzo alle ore 21.10 Rai 1 in collaborazione con Ruvido Produzioni presenterà la quarta puntata de Il Meglio d’Italia, lo spettacolo di Enrico Brignano.

Ultimo appuntamento con Il Meglio d’Italia il nuovo spettacolo di Enrico Brignano. Dalla nostra storia al nostro patrimonio artistico, dalla musica alla letteratura, dalla cucina alla moda, passando per lo sport e per l’attualità, Brignano racconta usando i suoi celebri monologhi, le ragioni per le quali essere Italiani è ancora motivo di vanto agli occhi di tutto il mondo.

Brignano racconterà la sua Italia e aiuterà con ironia e umorismo ad apprezzarla e a risvegliare l’orgoglio di vivere nel nostro Paese.

Brignano spazierà dalla storia d’Italia raccontando a suo modo le imprese di Giuseppe Garibaldi, alle storie dell’Italia di oggi, parlando di banche.

Si intratterrà con un virtuoso del violino, M° Massimo Quarta, vincitore del Premio Paganini.

Proseguiranno poi le “lezioni d’italiano” con Liz Solari, attrice e showgirl argentina sua partner in questa avventura televisiva.

Tra gli ospiti d’eccezione di quest’ultima puntata ci saranno: la vincitrice del “Festival di Sanremo 2014” Arisa; il grandissimo attore e doppiatore Giancarlo Giannini; la nostra Alessandra Amoroso, appena nominata ai “Kids’ Choice Awards 2014” nella categoria Miglior cantante italiano; il presentatore Carlo Conti, che presto vedremo nel nuovo talent show “Si può fare” in cui si sfideranno personaggi del mondo dello spettacolo in discipline artistiche.

Un’orchestra di 23 musicisti, diretti dal maestro Federico Capranica e da 12 ballerini con coreografie di Bill Goodson completano il viaggio di Brignano.

Il meglio d’Italia è un programma ideato e scritto da Enrico Brignano con Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo, Alberto Di Risio e Mario Scaletta con la collaborazione di Max Orfei e Piergiorgio Paterlini. La realizzazione della scena è affidata a Riccardo Bocchini. Il direttore della fotografia è Fausto Carboni. La regia è di Maurizio Ventriglia.