venerdì 25 aprile 2014

Ulisse: il piacere della scoperta, I Regni del Freddo nella terza puntata di sabato 26/4/2013

Isole-Lofoten

Sabato 26 aprile 2014 alle 21.30 su Rai 3 nuovo appuntamento con la terza puntata di Ulisse: il piacere della scoperta, condotta come sempre da Alberto Angela che porterà in uno spettacolare viaggio verso il grande nord: dalla Danimarca fino alla Norvegia, oltre il circolo polare artico. I Regni del Freddo.

È la Scandinavia, dove il clima e un ambiente molto più estremi rispetto alle dolci temperature del mediterraneo, hanno prodotto pagine di storia peculiari e stupefacenti. La storia dei Regni del Freddo. Mentre in Egitto si costruivano le Piramidi, mentre Roma conquistava il suo impero, cosa succedeva in questi territori, apparentemente marginali del nord Europa?

Cosa conosciamo di questi antichi popoli del Nord? Il clima, e la particolare composizione chimica del terreno, ci hanno restituito i corpi mummificati e perfettamente conservati di questi antichi uomini del nord.

Vedremo le trecce bionde, ancora intatte, di una ragazza vissuta tremila anni fa. E poi il viso di un uomo, perfettamente conservato, ma completamente annerito. È la più famosa tra le cosiddette mummie nere. Una storia drammatica fatta di esecuzioni capitali, forse di sacrifici umani, e di uomini e donne sepolti nei depositi di torba della Danimarca.

Con la caduta dell’impero romano e la crisi delle invasioni barbariche, il mondo del Nord acquisisce gradualmente una importanza sempre maggiore. Fino alla grande ondata delle invasioni vichinghe. Si conosceranno così i vichinghi, feroci guerrieri ma anche formidabili navigatori. A partire dall’ottavo secolo, i pagani vichinghi, detti anche in occidente Normanni, terrorizzano l’Europa, dalla Spagna fino alla Russia.

Si scopriranno i segreti delle loro navi, i cosiddetti drakkar, custoditi nei musei norvegesi. Si racconteranno i loro miti e il loro stile di vita. Si esploreranno le loro abitazioni e si cercherà di capire le origini del loro particolare alfabeto: le Rune.

Risalendo sempre più a nord, e andando sempre più avanti del tempo, si arriverà a Bergen, sulle tracce dei mercanti della Lega Anseatica: una potentissima corporazione mercantile che dominava i traffici commerciali sul mar Baltico.

A Stoccolma, Alberto Angela farà salire sul ponte del più famoso galeone del mondo: il Vasa, voluto fortemente dal Re svedese Gustavo Adolfo per potenziare la sua flotta e miseramente affondato nel suo viaggio inaugurale, dopo aver percorso appena poche centinaia di metri, di fronte ad una folla prima festante poi sbigottita.

Infine, giunti alle isole Lofoten, si assisterà ad uno dei più affascinanti  spettacoli naturali del Nord, l’aurora boreale, e di racconterà la storia di due grandi esploratori scandinavi: Roald Amundsen e Salomon August Andrée, entrambi scomparsi tra i ghiacci del polo nord.