venerdì 3 ottobre 2014

Ballando con le Stelle 10, Andrew Howe e Sara Di Vaira concorrenti: foto e scheda ufficiale

Andrew Howe e Sara Di Vaira
Andrew Howe - Sara Di Vaira

Andrew Howe

Andrew Curtis Howe Besozzi nasce il 12 maggio 1985 a Los Angeles (USA), figlio di Andrew Howe Senior, calciatore di origini tedesche e di Renée Felton, atleta ostacolista statunitense. I genitori si separano quando Andrew ha appena diciotto mesi. Renée conoscerà poi l’italiano Ugo Besozzi, che sposerà in seconde nozze nel 1990. La coppia prende residenza a Rieti, dove si trasferisce anche il piccolo Andrew di cinque anni.

Carriera

Cresce atleticamente al Campo scuola di Rieti: a livello giovanile pratica diverse specialità, dai 110 metri ostacoli ai salti, sempre seguito dalla madre, fisioterapista e guida tecnica - che sarà sua allenatrice a partire dall’età di 15 anni di Andrew, nonché prima tifosa.

Il giovane prova a praticare anche il calcio e la pallacanestro, ma il talento e il suo eclettismo lo riportano verso la pista di atletica.

Ha appena 16 anni quando si presenta ai mondiali juniores di Debrecen nel 2001: qui si mette in luce vincendo la medaglia di bronzo nel salto in lungo con la ragguardevole misura di 7,61 metri.

Tre anni più tardi i mondiali juniores si svolgono in casa, a Grosseto: qui il giovane Howe si impone all’attenzione nazionale e internazionale aggiudicandosi 2 medaglie d’oro, una nei 200 metri (tempo: 20’’28) e l’altra nel salto in lungo (saltando 8,11 metri). Da questo momento sentirà il peso delle grandi aspettative che tutto l’ambiente mediatico gli farà gravare addosso.

Solo un mese dopo la rassegna iridata, Andrew Howe esordisce ai Giochi Olimpici di Atene 2004. Dopo aver passato il primo turno di qualificazione nei 200 metri, torna a riacutizzarsi un dolore al piede che lo frena nella prova successiva, la quale avrebbe dato accesso alle semifinali.

Ai campionati del mondo di atletica di Helsinki 2005 si ferma nuovamente al secondo turno dei 200 metri. È anche nel quartetto della staffetta 4x100, ma la squadra italiana viene squalificata nelle eliminatorie.

L’anno seguente arriva la sua prima medaglia da professionista: giunge terzo (medaglia di bronzo) ai Mondiali di atletica indoor di Mosca 2006, nel salto in lungo, con la misura di 8,19 metri.

Ripresa la stagione delle gare all’aperto, si cimenta anche sul giro di pista (400 metri piani) stabilendo il suo primato personale di 46’’03 a Rieti e correndo nella staffetta 4x400 nella Coppa Europa di Malaga; in quest’ultima manifestazione si impone nella gara di salto in lungo con la misura di 8,29 metri.

Il 14 luglio 2006 allo Stadio Olimpico di Roma si svolge un prestigioso Golden Gala: Howe arriva terzo nel salto in lungo con il suo nuovo primato personale di 8,41 metri, solamente due centimetri in meno del record italiano detenuto da Giovanni Evangelisti.

Arrivano poi i Campionati europei del 2006 di Goteborg: Andrew Howe raggiunge il titolo di più forte saltatore del continente (medaglia d’oro nel salto in lungo) con la misura di 8,20 metri.
Dopo un periodo di stage negli Stati Uniti dove ha modo di conoscere Carl Lewis, nel 2007 batte il record italiano indoor di Evangelisti (del 1987, migliorandolo di 4 centimetri): la manifestazione che registra il record sono i campionati europei indoor di Birmingham, la misura è di 8,30 metri e gli vale la medaglia d’oro.

In vista dei mondiali giapponesi di Osaka del 2007 e delle Olimpiadi di Pechino 2008, decide di abbandonare in modo definitivo le gare dei 100 metri piani, per concentrarsi in primo luogo sul salto in lungo, poi sulle distanze di 200 e 400 metri. A Osaka è medaglia d’argento con 8,47, nuovo primato italiano.

Nel 2011 la scelta di dedicarsi con maggiore assiduità alla velocità, ma a fine luglio un nuovo infortunio al tendine lo costringe a sottoporsi ad un altro intervento e chiudere la stagione prima del previsto.

Alto 184 centimetri per 73 chilogrammi, in Italia Andrew Howe corre per l’Aeronautica Militare.
È il detentore del record italiano outdoor (8,47 m) e indoor (8,30 m) del salto in lungo, specialità di cui può vantare un titolo di campione europeo, vinto a Göteborg 2006, un titolo europeo indoor, conquistato a Birmingham 2007, nonché una medaglia d’argento vinta ai Mondiali di Osaka 2007.
Nel 2004 si è laureato campione mondiale juniores del salto in lungo e dei 200 metri piani.

Passioni

Un’altra sua grande passione coltivata fin dalla tenera età è la musica: suona la batteria in un gruppo hard rock chiamato “Craiving”. È anche un fan dei Tool, nota band californiana di progressive metal. È tifoso della squadra di calcio della Lazio.

Biciclette

Una delle sue ultime “creazioni”, realizzata insieme al socio e amico Giovanni Grillo, è “Officine Doppio Zero”, realtà con sede proprio nella sua città natale, dove vengono prodotte biciclette a scatto fisso. Un’idea nata da tanta curiosità e stili di vita, nonché dal desiderio di sviluppare anche l’area dove entrambi vivono, spesso dimenticata e poco “sfruttata”.

Curiosità

Ha numerosi tatuaggi tra cui le lettere BMF tatuate sul braccio: “Bad motherfucker”, un modo tutto statunitense di definire chi ha gli attributi. “È un modo di scherzare con me stesso. Queste iniziali stavano sul portafoglio di Samuel Jackson in “Pulp Fiction”, il mio film preferito.

Sara Di Vaira

Nata a Cecina il 19 settembre 1979, si divide tra il piccolo borgo toscano di Bolgheri dove è cresciuta e dove tuttora vive la sua famiglia e Roma.

Sin da piccola ha intrapreso la carriera di ballerina a livello agonistico raggiungendo ottimi risultati vincendo 7 volte il titolo di campionessa italiana, per poi affermarsi anche in campo internazionale dove ha rappresentato più volte la nazionale italiana conquistando la medaglia di bronzo ai campionati del mondo ed europei 10 balli e la medaglia d’argento alla coppa del mondo di danze standard.

Ha abbandonato le competizioni nel 2010 dopo aver vinto la Rising Star degli Uk a Londra.
Nel 2011 nasce Brenda e si dedica al mestiere di mamma senza però tralasciare la sua passione per il ballo, segue infatti numerose scuole toscane impegnandosi a farle crescere professionalmente.

Ha partecipato alla 5ª edizione di “Ballando con le stelle” in coppia con l’attore Maurizio Aiello, alla 6ª edizione in coppia con l’attore Ronn Moss, all’8ª edizione in coppia con l’ex calciatore Marco Delvecchio e alla 9ª in coppia con il pallavolista Gigi Mastrangelo.

Gli hobbies di Sara sono: sua figlia Brenda ed il compagno Marco, le piace anche leggere, cucinare e passare tanto tempo con la sua famiglia nella tenuta in Toscana.