giovedì 16 aprile 2015

D-Day. I giorni decisivi, la quarta puntata: Armi segrete

D-Day. I giorni decisivi
D-Day. I giorni decisivi

Venerdì 17 aprile alle 21.05 su Rai3 andrà in onda la quarta e ultima puntata del programma di attualità “D-Day. I giorni decisivi”. Quattro puntate condotte da Tommaso Cerno per rileggere i momenti cruciali e gli aspetti meno noti del secondo conflitto mondiale.

“D-Day. I giorni decisivi” conclude le sue quattro serate dedicate alla seconda guerra mondiale con una puntata dedicata alle Armi segrete.

Con Tommaso Cerno si andrà alla scoperta delle armi più incredibili: di quelle vere e di quelle solo presunte, quelle che sono state in grado realmente di incidere sull’andamento della guerra e quelle propagandate solo a uso e consumo del fronte interno. E ci si chiederà quanto di quelle ricerche e scoperte sia poi giunte fino a noi, cambiando profondamente la nostra storia e la nostra vita.

Si inizierà raccontando, insieme allo storico Ernesto Galli della Loggia, delle modernissime V1 e V2 tedesche, i primi missili da crociera della storia, che colpirono l’Inghilterra nell’estate del 1944.

Si parlerà poi, con il filosofo Giulio Giorello, del misterioso Raggio della morte, un progetto italiano la cui ideazione è stata da alcuni attribuita a Guglielmo Marconi ma che non fu mai realizzata. Era soltanto una mossa propagandistica del regime fascista?

Un capitolo della puntata sarà dedicato alla guerra segreta per antonomasia, quella fatta di spie, di codici, di macchine decrittatrici. E dunque si racconterà, con il matematico Piergiorgio Odifreddi, di Enigma e dello scienziato che seppe svelarne il segreto: il geniale Alan Turing.

E ancora, si descriverà una guerra combattuta con armi al limite dell’incredibile: esoterismo, magia nera, riti satanici, occultismo, spiritismo, astrologia. Il nazismo è stato anche questo.

Si concluderà infine con il progetto più segreto e letale della seconda guerra mondiale: la bomba atomica. Si Racconterà della “bomba disgregatrice” di Hitler con il fisico Massimo Temporelli e del progetto Manhattan che portò al bombardamento di Hiroshima e Nagasaki con il filosofo Gianni Vattimo.

Apriranno la puntata la portavoce delle “Femen” Inna Shevchenko e lo scrittore Nicolai Lilin.
A tutti loro, si affiancherà come sempre Paolo Mieli, che ci aiuterà a capire e a sciogliere i nodi della Storia.

L’inviato nella storia, Fabio Toncelli, ci farà conoscere uno dei luoghi più segreti della Germania nazista: Peenemunde, la base di lancio delle V1 e V2. E ci mostrerà un vero esemplare della macchina Enigma, spiegandoci come funzionava.