venerdì 23 gennaio 2015

Che fuori tempo che fa di sabato 24/1/2015 con Claudio Bisio, Teo Teocoli, Raffaele Cantone, Vieri Razzini, Maccio Capatonda e Herbert Ballerina, Marco Belinelli, Marta sui Tubi

Claudio Bisio
Claudio Bisio

Sabato 24 gennaio 2015 alle 20.10 su Rai 3, andrà in onda la sedicesima puntata di Che fuori tempo che fa, condotta da Fabio Fazio.

Gli ospiti di Fabio Fazio e Massimo Gramellini di questa settimana sono:

Teo Teocoli, in veste di inviato speciale all’Expo di Milano, racconta, a modo suo, lo stato dei lavori nei cantieri a 100 giorni dall’inaugurazione dell’evento.

Maccio Capatonda, regista e protagonista insieme, tra gli altri, ad Herbert Ballerina del suo primo lungometraggio “Italiano Medio”, nelle sale dal prossimo 29 gennaio. Completano il cast Lavinia Longhi, Barbara Tabita, Rupert Sciamenna, Gabriella Franchini, Francesco Sblendorio, Rodolfo D’Andrea, Matteo Bassofin, Anna Pannocchia, Ivo Avido e Nino Frassica.

In collegamento e in diretta, inoltre: Claudio Bisio dal Teatro Creberg di Bergamo con il monologo “Father and son” ispirato allo straordinario successo editoriale “Gli sdraiati” e al “Breviario comico” di Michele Serra, con la regia di Giorgio Gallione.

“Father and son” è una riflessione sul nostro tempo e sulla nostra società, è il racconto di padri che faticano a ritrovare il proprio ruolo di educatori e di figli chiusi in un mondo di protesi tecnologiche che li allontanano da tutto il resto. Dall’assenza di questo rapporto nasce un testo teatrale insieme comico e ironico, doloroso e brutale, che segna l’atteso ritorno sulla scena di Claudio Bisio.

Marco Belinelli da San Antonio in Texas, dove, da due stagioni, milita negli Spurs e con cui, unico cestista italiano, ha vinto il titolo NBA nella stagione 2013-2014.

I messaggi twitter con l’astronauta Samantha Cristoforetti.

Ne l’Anteprima di Che fuori tempo che fa, lo storico e critico cinematografico Vieri Razzini racconta le diverse tipologie di corse (podistiche) nel cinema, una carrellata dal 1925 ai giorni nostri.
La sigla musicale è affidata alla band Marta sui Tubi, in collegamento dal Palazzo Martinengo di Brescia dove è in corso la mostra “Il cibo nell’arte - Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Wharol”.

Al termine di Che fuori tempo che fa, nell’Anteprima “Gomorra” il magistrato Raffaele Cantone, in collegamento da Napoli, racconta la situazione attuale nella lotta alla corruzione ed alla criminalità organizzata, introducendo così il terzo appuntamento con “Gomorra - La Serie”, in onda subito dopo su Rai3.

Il programma di Rai3 prodotto da Endemol Italia è in onda dagli studi del Centro di Produzione Rai di Milano con la regia di Duccio Forzano.