venerdì 10 luglio 2015

E lasciatemi divertire, sabato 11/7/2015 la quarta puntata: Paolo Poli racconta l'invidia con Flavio Insinna e Paolo Villaggio

E lasciatemi divertire - Paolo Poli e Pino Strabioli
E lasciatemi divertire
Paolo Poli e Pino Strabioli
Sabato 11 luglio, a partire dalle 20.10 su Rai 3, andrà in onda la quarta puntata di “E lasciatemi divertire”, il programma condotto da Pino Strabioli che segna il ritorno in Tv del grande Paolo Poli.

Filo conduttore del programma, i vizi capitali. Dopo lussuria, gola e ira, sarà di scena l’invidia, vizio subdolo e inconfessabile, l’unico a non destare alcun piacere in chi lo pratica.

Dopo la sigla cantata da Paolo Poli “Vieni pesciolino mio diletto”, che assieme a quella finale “W la Biga” è diventata il motivo cult di questa estate, il vizio della puntata verrà introdotto da Flavio Insinna con un sonetto di Trilussa e da brevi divagazioni di Paolo Villaggio che, con grande ironia, non fa mistero di essere sempre stato “vittima” consapevole di invidia…

Come di consueto Pino Strabioli chiederà a Massimo Recalcati, psicanalista e scrittore, come viene vissuta l’invidia oggi.

A Paolo Poli, poi, il compito di declinare il tema della puntata con digressioni biografiche, poesie di Aldo Palazzeschi, riflessioni personali, rievocazioni di incontri memorabili – in questa puntata, tra gli altri, Federico Fellini – incursioni nella pittura, nella letteratura, nel cinema e nel teatro.

Vera chicca sarà la lettura di una novella del “Decameron”, “Calandrino pregno”, che Poli eseguirà accompagnato al pianoforte dal maestro Andrea Farri.